I volti della Via Francigena – proiezione documentario

I volti della Via Francigena è un film documentario che racconta i luoghi e le persone che popolano un meraviglioso cammino italiano. L’autore, camminando i mille chilometri della Via Francigena Italiana, dal colle del Gran San Bernardo a Roma, ha filmato per sei settimane le realtà incontrate giorno dopo giorno. Ciò che è emerso è un documentario che racconta il territorio e i personaggi che con il cammino hanno stretto un legame viscerale: pellegrini, ospitalieri, traghettatori, volontari, storici e religiosi, una piccola parte di un’umanità multiforme che rende vivo il percorso. La proiezione UNICA de “I volti della Via Francigena – Il film” di Fabio Dipinto si terrà venerdì 24 febbraio alle ore 21 presso il Multisala Gaveli (Contrada Piano Cappelle) di Benevento. Per maggiori info sul progetto: viafrancigenadocumentary.com.

Per info sui costi e prenotazioni contattare il cinema: http://www.sphere-ict.it/gaveli/, telefonare al 346.7229421 (dalle 16 alle 21) o scrivere a info@gaveli.it.

Fonte: sezione CAI di Benevento

Iniziano le attività della SCUOLA DI ALPINISMO BEL SUD

Definito il programma delle attività: al via corsi di Arrampicata libera, alpinismo in alta quota e scialpinismo.

Dopo i mesi dedicati alla programmazione, inizia l’attività vera e propria della nuova scuola di alpinismo dell’Italia meridionale: la scuola “Bel Sud”. Durante l’assemblea del 18 Febbraio ad Isernia, sono stati eletti i seguenti mebri della Scuola: Davide Digiosafatte (INA – INSA – AGAI) Direttore, Mariano Arcaro (ISA) Vice Direttore, Antonio Di Palma Segretario. Fanno poi parte del comitato direttivo: Massimo Iadarola (IAL), Responsabile Arrampicata, Patrizio Pogliano (INAL – IA) Responsabile Alpinismo, Giancarlo Guglielmi (INSA) Responsabile Sci-Alpinismo, Mariano Arcaro, Responsabile materiale tecnico, custodia e ispezione. La scuola è autorizzata allo svolgimento delle attività formative dalla Commissione Centrale delle Scuole di Alpinismo del CAI. Questo il programma formativo del 2017: le prime attività saranno ovviamente tese anche alla formazione dei futuri istruttori. In programma un corso di arrampicata libera, A.L.1, con sezione CAI di riferimento Piedimonte Matese, aperto, in primis, ai soci delle sezioni aderenti, costituito almeno da N. 6 lezioni teoriche e N. 6 lezioni pratiche durante le quali avrà luogo anche il tirocinio per gli aspiranti istruttori. Il direttore del corso A.L.1 sarà Massimo Iadarola (IAL). Sono inoltre già stati programmati: corsi di sci-alpinismo, formazione per aspiranti Istruttori Sezionali, con formula full immersion di tre giornate, durante le quali sarà trattata la sicurezza su neve e ghiaccio, l’uso delle apparecchiature di sicurezza (ARTVA), le tecniche di soccorso, autosoccorso oltre alle consuete lezioni di base. Un corso di alpinismo in alta quota che avrà luogo a Chamonix in Francia presso la struttura E.N.S.A. (École Nationale de Ski et d’Alpinisme), formazione per aspiranti Istruttori Sezionali, della durata di almeno cinque giornate nel periodo di Agosto 2017. Le Sezioni dell’Italia meridionale che vogliono condividere quest’impresa tutta proiettata a soddisfare il bisogno di formazione e la necessità di garantire un’adeguata preparazione tecnica, possono già da ora contattare la Direzione della scuola ai riferimenti sotto indicati. Una scuola di questo tipo per un territorio come quello meridionale, povero di strutture di formazione, è un prezioso elemento a disposizione di tutte le Sezioni perché diventa non solo uno strumento di formazione ma anche un catalizzatore di attività ed un aggregatore di giovani risorse. Auguri quindi alla neonata scuola, elemento di vitalità e promessa di una migliore frequentazione della montagna improntata ai valori della sicurezza e della competenza. Per informazioni consigliamo rivolgersi direttamente al direttore Davide Di Giosafatte al numero 330462938.

Ulteriori info su Facebook (scuolabelsud) o sul sito https://scuolabelsud.wixsite.com/comingsoon

Fonte: Luigi Iazzoli – Addetto Stampa Scuola BEL SUD

Beniamino Caso: storia di un matesino illustre

Venerdì 24 febbraio 2017, ore 19.30, presso la sede della Sezione CAI di Piedimonte Matese sita a San Potito Sannitico in Piazza della Vittoria

Beniamino Caso fu un personaggio illustre, tra i fondatori del Club Alpino Italiano. Fu Vice Presidente del CAI nazionale e Delegato per la Sezione di Napoli al Comitato Centrale. Un uomo partito da un piccolo paesino dell’Appennino meridionale arrivato puntuale sulle vette per gli appuntamenti con la Storia, la Politica e la Scienza che lascia un’immensa eredità politica e morale. La presentazione in programma, a cura della Sezione matesina del Club Alpino Italiano, sarà tenuta dall’Ing. Pierpaolo Tamasi, socio matesino e componente del Comitato Scientifico Regionale CAI Campania. Si parlerà dell’affascinante intreccio tra gli episodi risorgimentali, la storia dell’unità d’Italia, la nascita del CAI, i diari delle ascese, le scoperte scientifiche.

Nasce la scuola di Alpinismo “Bel Sud”

E’ la prima scuola di Alpinismo dell’Italia meridionale (esclusa la Sicilia)

Le Sezioni CAI di Napoli, Isernia, Piedimonte Matese e Bari ufficializzano che il 26 novembre 2016 è nata a Napoli la scuola di Alpinismo “Bel Sud”. A queste Sezioni va il merito di aver reso possibile un’importante iniziativa che consentirà la pratica dell’Alpinismo di qualità nell’Italia meridionale. Infatti, giovani e meno giovani istruttori di grande capacità ed esperienza mettono a disposizione di campani, molisani, calabresi, pugliesi e lucani la concreta possibilità di seguire corsi qualificati nelle materie alpinistiche senza doversi sobbarcare proibitivi soggiorni in altre zone del Paese. L’attenzione alla qualità dell’insegnamento, prerogativa delle scuole CAI di tutta Italia, è la cifra distintiva che il Direttore designato Davide di Giosafatte, ed i promotori della costituzione, Mariano Arcaro e Antonio Di Palma, insieme a tutto il corpo docente, hanno voluto dare alla neo-costituita Scuola “Bel Sud”. La scuola è un contributo alla sicurezza della frequentazione della montagna, è aggregatrice di giovani, è un presidio di cultura alpinistica ed escursionistica: l’obiettivo è qualificare il territorio prima ancora delle persone.

Approvata la nuova proposta di legge regionale sulla sentieristica

Il Consiglio regionale della Campania ha approvato questa mattina all’unanimità la proposta di legge regionale “Norme per la valorizzazione della sentieristica e della viabilità minore”.

Il testo della legge, a firma degli onorevoli Rosetta D’Amelio, Presidente del Consiglio regionale e Erasmo Mortaruolo, integrato dalle proposte anche di altri consiglieri regionali, è stato approvato, infatti, col consenso di tutte le forze politiche. Per oltre 15 anni il Club Alpino Italiano della Campania, aveva lavorato e si era fatto promotore di una proposta di legge sulla sentieristica e, al testo finale della legge, varata questa mattina, ha collaborato fino all’ultimo con consigli e suggerimenti. Tra i principali punti della legge figurano la costituzione e l’aggiornamento della Rete escursionistica campana mediante l’istituzione del Catasto regionale del patrimonio escursionistico, l’istituzione della Consulta regionale per il patrimonio escursionistico di cui fa parte di diritto il Presidente del Gruppo Regionale CAI della Campania o suo delegato, l’obbligo di adottare le linee guida del Club Alpino Italiano per la progettazione, la manutenzione e la segnaletica della rete escursionistica campana e l’istituzione di una serie di divieti tra cui l’accesso ai sentieri dei mezzi motorizzati e la pratica del “downhill” Il Club Alpino Italiano esprime grande soddisfazione per questa Legge che premia il lavoro svolto in questi anni dal Gruppo Regionale CAI, soprattutto grazie al lavoro delle Commissioni Escursionismo via via succedutesi e ringrazia gli onorevoli D’Amelio e Mortaruolo, firmatari della Legge ma anche tutti gli altri Consiglieri Regionali che, con l’attenzione dimostrata alle proposte e ai suggerimenti del CAI Campano hanno riconosciuto in noi un interlocutore serio e autorevole.

Convegno: Fare e Sfatare: il lupo, opportunità o problema

Convegno: Fare e Sfatare: il lupo, opportunità o problema

26 Novembre 2016 ore 10

Napoli, Castel dell’Ovo, museo di etnopreistoria del CAI

Presentazione del documentario “il lupo ipino” di Annalisa Salese e Luigi Iozzoli

Mostra fotografica di Gennaro Marino

Dibattito sulla presenza e convivenza con il lupo con interventi di:

Prof. Enzo di Gironimo (CAI, Comitato Scientifico Centrale).

Prof. Orfeo Picariello (Università di Napoli Federico II),

Prof. Amerigo Russo (Dip. Salute Mentale ASL AV1)

Arch. Giuseppe Zampino (Presidente Parco Reg. del Partenio)

comunicato stampa

convegno napoli